Trecce rosse

Quando ero piccola avevo un amore e il mio amore era una bambina con le treccine e le lentiggini. Questa bambina aveva nove anni e aveva più o meno la mia età, ma io non avevo le lentiggini e neanche i capelli rossi… sognavo però ugualmente di essere lei e quando la guardavo rimanevo tutto il tempo a bocca aperta…

Regia: Andrea Monticelli
Testo: Roberta Colombo
Immagini: Gianni Plazzi – Arianna Maritan
Scenografie: Andrea Monticelli- Arianna Maritan
Consulenza musicale: Mauro Monticelli

Trama

Una buffa ragazza sta per andare a coricarsi: dorme con i piedi sul cuscino.
Sogna e i suoi sogni prendono corpo trasformando la realtà in una sur-realtà dove la mente, il parlare si perdono in un mondo a lei caro dove i bambini decidono da soli e le regole sono “non averne”, se per regole si intendono quelle imposte dall’ “alto”, dai “grandi”. Come un Don Chisciotte al femminile, porta in scena sogni e desideri e dimostra come sia facile realizzarli.
La accompagnano nel sentiero della vita i suoi amici del cuore. La potente arma della fantasia unita alla libertà non trova ostacoli insuperabili e così la storia racconta di giochi, di viaggi, del susseguirsi delle stagioni, con una energia vitale che viene dall’essere vivi, dal desiderio di fare senza condizionamenti e imposizioni.

Adatto per bambini dai 4 anni - (Scuole materne ed elementari)

  • IT
  • EN