Il tarlantan della Moscovia

Spettacolo di burattini Tradizionali

Lo spettacolo è diviso in due parti.

La prima ha per titolo "I tre Bravi alla prova" e vede, come al solito, Fagiolino protagonista dell'allegra farsa brillante. Non è altro che uno scherzo del padrone di casa, Pantalone, che col pretesto di scegliere il più furbo e il più intelligente dei tre camerieri, in questo caso Fagiolino, Sandrone e Arlecchino, li mette alla prova con un divertente "giochetto".

La seconda parte è lo spettacolo vero e proprio: "Il Tarlantan della Moscovia".
Il pappagallo del Dottore è morto in circostanze misteriose ... Il Dottore decide di indagare. Fagiolino, vero colpevole della "disgrazia" del pappagallo, è l'unico servo che riesce a non farsi licenziare. Sandrone e Brighella, invece innocenti, restano senza lavoro e si vendicano.
Tra mille peripezie, scherzi e bastonate, tutto andrà a finir bene.

Lo spettacolo mette in evidenza la briosità tipica della farsa o commedia brillante burattinesca. Ricco di accenti e battute che provengono dai vecchi canovacci, con sproloqui, vecchi detti e una miscela di dialetti maccheronici dell'Emilia.

La recitazione e la manipolazione sono svolte da un solo burattinaio, (con l’aiuto di un “secondo” aiutante-burattinaio) che coinvolge il pubblico - soprattutto dei bambini - nello spettacolo.

  • IT
  • EN