Bergerac...!

Vita, disavventure e morte di Cyrano di Bergerac.

Testo FRANCESCO NICCOLINI
Musiche originali BRUNO DE FRANCESCHI
("I cadetti di Guascogna" GIANNI COSCIA Arrangiamenti di BRUNO DE FRANCESCHI)


Pupazzi e marionette MAURO MONTICELLI
dai disegni originali di MAURO MONALDINI
costruite da MAURO MONTICELLI e MASSIMO GODOLI

Sceneggiatura ROBERTA COLOMBO e ANDREA MONTICELLI

Scene d'ombre L'ASINA SULL'ISOLA
Ideazione drammaturgica ANDREA MONTICELLI

Animatori
ROBERTA COLOMBO, ANDREA E MAURO MONTICELLI
Cantante solista TIZIANA FERRETTI
Luci e suono FABIO PIGNATTA

Si ringrazia Accademia Musicale di Firenze e Corale “Zefferini” di Cortona
Assistente Musicale Simone Perugini
Musiche eseguite da Tacitevoci Ensemble
Gianni Franceschi, Pianoforte
Damiano Puliti, Violoncello
Marco Papeschi, Violino
Mirio Cosottini, Tromba
Marcello Puliti, Viola
Andrea Mugnaini, Corno
Giovanni Bettarini, Clarinetto
Fabio Barbieri, Fagotto

Bergerac...! è uno spettacolo musicale di teatro di figura, con attori e pupazzi mossi a vista, adatto ad un pubblico di qualsiasi età, lingua o religione. E’ presentato dalla compagnia Teatro del Drago di Ravenna, e co-prodotto da ARMUNIA-TEATRI DELLA RIVIERA per il Festival Internazionale di Castiglioncello.

La storia

Scritta in rima da un signore francese chiamato Edmond Rostand, è quella di Cyrano, un poeta e spadaccino invincibile, molto conosciuto per il suo gran… nasone.
Un eroe coraggioso, un vero cadetto di Guascogna, nemico dell’ingiustizia e difensore della libertà, tanto spavaldo in battaglia quanto timido in amore, a tal punto da non poter confessare la sua passione per la cugina Rossana. Lei (purtroppo) è innamorata di un altro cadetto: Cristiano, molto bello ma che, ahimè, non sa parlare d’amore.
E così Cyrano, che si vergogna troppo con le ragazze, escogita un trucco: scriverà lui le poesie d’amore a Rossana, fingendo però di essere... Cristiano. E Rossana non si accorgerà di nulla... che cecità d'amore!
A complicare il tutto (come se non fosse già abbastanza ingarbugliato) arriva il cattivo della nostra storia: il Conte De Guiche, il comandante dei cadetti di Guascogna, un uomo veramente malvagio, anche lui, neanche a dirsi, innamorato della bella Rossana.
Una bella sera Rossana e Cristiano si sposano in gran segreto. Cyrano, fingendo di cadere dalla luna, sbarra la strada a De Guiche che sta arrivando proprio in quel momento; questi si infuria e spedisce tutti i cadetti in guerra. Durante l’assedio di Arras Cristiano morirà in battaglia, prima di riuscire a confessare a Rossana questo inganno.
Ma presto, vedrete voi stessi questa confusione …amorosa.
Vedrete anche gli attori che vi raccontano questa storia.
E ve la raccontano con le loro vecchie marionette.
Fanno parte tutti di una vera e antica famiglia di teatranti, chiamata Monticelli che andava in giro per le strade e i paesi raccontando ballate a volte tragiche e a volte comiche...altre volte misteriose e di paura, ..oppure avventure di principesse e cavalieri.
Vedrete, in questo vecchio teatrino, una compagnia di marionettisti con una cantante, che vi canterà, la storia di Cyrano e della sua sfortuna.
Mentre domani, forse, racconterà di Amleto o di Giulio Cesare. Oppure, più semplicemente, di Fagiolino e Sandrone, eroi della baracca dei burattini,come faceva la nostra famiglia, con William e Otello e prima di lui, Cesare Vittorio, e ancora prima il capocomico, … Ariodante, e così come adesso faremo noi.

TACABANDA!!!

  • IT
  • EN